Sicurezza online: come imparare a proteggersi

SICUREZZA ONLINE: COME IMPARARE A PROTEGGERSI.

Privacy e sicurezza sono diventate ormai una priorità in qualunque attività svolta. Attraverso le nozioni di base sulla sicurezza online è bene imparare come proteggere dipendenti, azienda, utenti e clienti.
Gestire un’azienda in modo sicuro ed efficace comporta lo svolgimento di molte attività, ma è importante ricordare che i dipendenti sono una risorsa decisamente importante ai fini della sicurezza online.
È molto importante effettuare una formazione sulla sicurezza continua, mirata e soddisfacente, in modo che i propri dipendenti siano sempre aggiornati sulle ultime norme aziendali adottate e sulle proprie
responsabilità individuali. Inoltre è fondamentale assicurarsi di illustrare come individuare un problema di sicurezza, come segnalarlo e come intervenire in caso di problemi.

 

Di seguito alcuni consigli per come limitare i problemi di sicurezza.

  1. La scelta delle password: Bisogna assicurarsi che chiunque all’interno dell’azienda usi una password
    efficace per i vari account o servizi e che la stessa password non venga mai utilizzata per account
    personali e di lavoro. L’utilizzo di password diverse impedisce a eventuali malintenzionati di accedere
    agli account anche nel caso in cui riuscissero a individuare la password di uno di essi.
  2. Riconoscere una mail SPAM o un attività di phishing: Si tratta di un tentativo per indurre gli utenti a condividere le proprie informazioni personali online. Viene generalmente realizzato attraverso annunci, siti o email che sembrano provenire da attività legittime già conosciute. In caso di phishing è importante che i dipendenti prestino attenzione ai clic sugli allegati email o al download dei file. È importante ricordagli di non fare clic sui link presenti su email non richieste di stare in guardia dagli indirizzi email di mittenti sospetti e dalle firme email.
  3. Sicurezza dei dispositivi dei dipendenti: Se i dipendenti hanno accesso ai dati aziendali con smartphone o tablet, è necessario valutare la creazione di criteri per la gestione di questi dispositivi come ad esempio la crittografia del dispositivo, la creazione di un PIN di sblocco o, al bisogno, di cancellare i dati da remoto. Un’ulteriore precauzione da prendere in considerazione riguarda l’attivazione della verifica in due passaggi per accedere all’account con hardware aziendale. Chi lavora per un’azienda incentrata su una solida cultura della sicurezza si rende conto che ogni persona conta quando si tratta di protezione e con una solida cultura della sicurezza, i dipendenti sono ben disposti a segnalare problemi o errori senza sentirsi incolpati.

CATEGORIE

› Marketing

› Sicurezza

faq recenti

› BANDO CONNESSI 2021: Contributi a fondo perduto per lo sviluppo di strategie digitali

› COVID 19: Cosa fare in caso di contatto con un positivo

› SICUREZZA ONLINE: COME IMPARARE A PROTEGGERSI

› L’IMPORTANZA DI CREARE UN VIDEO AZIENDALE

› FORMAZIONE e INFORMAZIONE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008